ELETTROCARDIOGRAMMA

PERCHE' E' IMPORTANTE

woman-doctor-with-stethoscope-showing-PPWH83X (FILEminimizer)

L'elettrocardiogramma, o ECG, è un esame diagnostico, che prevede l'utilizzo di uno strumento capace di registrare e riportare graficamente il ritmo e l'attività elettrica del cuore. Il grafico ottenuto dopo la registrazione della funzione cardiaca prende il nome di “tracciato”. In un generico tracciato, a descrivere il ritmo e l'attività elettrica del cuore sono delle linee, che nel gergo medico assumono la dicitura di "onde". L'aspetto delle onde e la distanza tra loro sono gli elementi del tracciato che permettono ai cardiologi di interpretare lo stato di salute del cuore sotto esame.

Perché sottoporsi a questo esame diagnostico?

L'elettrocardiogramma permette di rilevare:

  • La presenza di aritmie cardiache. Un'aritmia cardiaca è un'alterazione del normale ritmo cardiaco (ritmo sinusale).
  • Un'ischemia o un infarto del miocardio, dovuto a restringimento o ad un'occlusione completa delle arterie coronarie del cuore; quest’ultime sono i vasi arteriosi che riforniscono di sangue ossigenato e sostanze nutritizie, il miocardio. In medicina, il restringimento e/o l'occlusione completa delle arterie coronarie del cuore, prendono il nome generico di coronaropatie o malattie delle coronarie.
  • La presenza di alterazioni strutturali delle cavità cardiache, atri e/o ventricoli. Tra le alterazioni strutturali ricordiamo condizioni quali: la cardiomiopatia dilatativa, la cardiomiopatia ipertrofica, l'ipertrofia ventricolare sinistra e il cuore ingrossato.
  • Gli esiti di un precedente attacco di cuore. L'attacco di cuore lascia dei segni indelebili a livello sia anatomico che funzionale. I pazienti che hanno subìto un infarto del miocardio devono sottoporsi periodicamente a un elettrocardiogramma, per monitorare le condizioni del proprio cuore.
  • La presenza di un'alterazione della conduzione elettrica.

Alcuni esempi di queste condizioni cardiache sono: la sindrome del QT lungo e i blocchi di branca (destra o sinistra).


Inoltre, l'elettrocardiogramma consente di valutare:


  • Il funzionamento di pacemaker e dispositivi analoghi (come per esempio il defibrillatore cardioverter impiantabile), nei soggetti che ne sono chiaramente portatori.
  • Gli effetti sul cuore di quei farmaci che potrebbero alterare la frequenza o la conduzione elettrica del cuore.

DEVI ORDINARE MA NON RIESCI A RAGGIUNGERCI?
NESSUN PROBLEMA
FAI LA TUA ORDINAZIONE TRAMITE WHATSAPPTel:392.0335402